Home  Partner  Obiettivi  Promozione  Produttori   VIDEO  Territorio   Ospitalità  10 BM !

 
HHH

PRODOTTI TIPICI TRADIZIONALI TRENTINI

Il piacere dell’inaspettato:
lasciati trasportare dal gusto tutto trentino!

CATERING E DISTRIBUZIONE

Risto tre

Pregis

Fassa Coop

Gestor

Segata distribuzione

Morelli

 

PUNTI VENDITA

Poli

Conad

Sait / famiglia cooperativa

Buonissimo

Segata punti vendita

 

HOTEL & RISTORANTI

Aderenti all'iniziativa

10 buoni motivi per consumare i prodotti trentini

Menu a km zero

Sana alimentazione

 

EXPO RIVA HOTEL

Stand UNAT e UNIONE

Photo Gallery

Video Gallery

MARKETING TERRITORIALE

Territorio & Prodotti tipici

Attività svolte con le aziende di promozione

Strada del vino e dei sapori

Formazione

Spedisci una cartolina :)

Piazzetta dei Sapori

 

COMUNICAZIONE STAMPA, INTERVISTE & MULTIMEDIA

  Intervista dr. Alfonso Moser

  Intervista dr. Stefano Ravelli

  Presentazione del progetto di Senti la differenza

  Video gallery

 


 

Ci trovi anche su facebook. Collegati e clicca su MI PIACE

Caro amico se vuoi ci trovi anche su Twitter .. aiutaci a diffondere l'iniziativa e tutto avrà più gusto :)

 

 

 
 

LA PROMOZIONE DEI PRODOTTI TRENTINI
SENTI LA DIFFERENZA !
 
 

Menù a km 0

Il gusto del tipico vicino a te

Allo scopo di vedere aumentare il consumo e utilizzo di prodotti locali preso i ristoranti e hotel del Trentino e alla luce del progetto di sviluppo e valorizzazione in capo alla Federazione e visti i recenti sviluppi di collaborazione instaurati con la Scuola di Formazione Alberghiera di Levico/Rovereto viene elaborato quanto di seguito.

PREMESSA

Spesso e volentieri si parla della necessità di creare un’importante e significativa sinergia tra la promozione turistica e quella dell’agricoltura. Spesso però ci si limita a puntare il dito sulle cose che possono essere migliorate senza però individuare nella stessa maniera le eventuali e possibili soluzioni che si potrebbero instaurare per fare in modo che questo cammino di miglioramento venga intrapreso.

Spesso ci si dimentica le proprie responsabilità e che il territorio nella sua interezza è Prodotto Turistico, chi in vacanza cerca di fare esperienze uniche e vere, cogliere l’anima dei luoghi che passa per le tradizioni, cultura ma anche e soprattutto per quello che sono i suoi prodotti.

Turismo vuol dire valorizzare il proprio territorio, i propri prodotti, in un’ottica di sostenibilità ambientale ed economica. Usare prodotti trentini da un alto valore alle nostre aziende sia in visione di marketing interno che di comunicazione territoriale e marketing esterno, ognuno deve fare la propria parte attivamente.

Proprio questo è stato uno dei motivi principali che ha spinto la Scuola di Alberghiera di Levico e Rovereto a puntare sullo sviluppo di importati sinergie con il territorio, dove la formazione è elemento fondamentale e di comune convergenza.

OBIETTIVO

Il progetto ha come principale obiettivo quello di realizzare dei menu a km0 (o filiera corta) dove partendo dal prodotto locale, si affrontano i canali di approvvigionamento, stoccaggio fino ad arrivare al costo pasto/piatto, proprio per esplicitare ogni singolo passaggio e capire e sciogliere eventuali criticità al non utilizzo del prodotto locale. L’obiettivo è infatti di risolvere o offrire degli strumenti per permettere all’operatore di valutare adeguatamente i costi di approvvigionamento servendosi di produttori locali.

Uno degli elementi che spesso viene indicato come limite nell’uso dei prodotti locali è quello del prezzo, vale a dire che i prodotti locali potrebbero costare di più rispetto ad alternative provenienti dal resto d’Italia o dall’estero. Con questo progetto si intende far emergere in maniera oggettiva i ricarichi rispetto al prezzo di vendita del piatto tipico realizzato e soprattutto evidenziare l’incidenza del costo della materia prima rispetto al prezzo di vendita.

Il fine ultimo è quello di far capire come sia possibile realizzare piatti tipici con marginalità per l’operatore non inferiori rispetto a piatti non tradizionali realizzati con prodotti non trentini.

CONTENUTI

Alla luce della disponibilità della struttura di Villa Flora di Roncegno, messa a disposizione da parte di un operatore privato, si sono realizzate delle giornate nella quali il mondo del lavoro ha incontrato la scuola dove l’elemento formazione emerge per entrambi.

Infatti da un lato i ragazzi hanno gestito direttamente sia gli aspetti della cucina sia gli aspetti della sala con un menu a base di prodotti del territorio valorizzando ove possibile sia le ricette alla base della nostra tradizione rivisitate in base ai gusti ed esigenze attuali sia i produttori locali.

Dall’altra parte gli operatori professionali, invitati a pranzo, hanno avuto accanto alla descrizione del piatto il costo di realizzazione con riferimento alle materie prime utilizzate.

Si è trattato quindi di momenti di duplice formazione: diretta e a contatto con il cliente per gli studenti, di valutazione comparazione e stimolo per gli operatori privati che sono intervenuti.

Si intendono realizzare delle giornate formative e di confronto nella quali il mondo del lavoro inteso come albergatori/ristoratori e i loro chef avranno la possibilità di scoprire nuove modalità di impiego in cucina dei prodotti locali.

Sarà l’occasione di presentare le ricerche e gli studi fatti nel corso dell’anno da parte dell’Istituto di Formazione Professionale Alberghiera della Provincia Autonoma di Trento relativamente alla scoperta e reinterpretazione di ricette tradizionali a base di prodotti strettamente locali.

Di volta in volta i menù cambieranno al fine di valorizzare le tipicità e le identità locali. L’intenzione è quella di realizzare un ciclo di 10/15 appuntamenti in maniera tale da coinvolgere tutto il territorio trentino per presentare i piatti e la loro realizzazione partendo dai prodotti locali utilizzati.

SOGGETTI COINVOLTI SULLE VARIE INIZIATIVE

Federazione Trentina della Cooperazione ha compartecipato negli aspetti di elaborazione del progetto, organizzazione e convergenza dell’iniziativa all’interno del più ampio progetto di valorizzazione dei prodotti locali. Si è occupata inoltre di fare in modo che gli aspetti di comunicazione fossero in linea con quelli della Provincia.

L’Apt Valsugana Lagorai ha collaborato per la promozione e divulgazione dell’evento.

La Strada del vino e dei sapori di Trento e Valsugana si è occupata di elaborare elenco dei prodotti e produttori locali in grado di fornire i prodotti impiegati nella preparazione dei pasti.

  L’Assessorato all’Agricoltura e Turismo della Provincia Autonoma di Trento è soggetto capofila dell’iniziativa volendo perseguire l’obiettivo della valorizzazione della filiera corta e della valorizzazione delle risorse agricole nel settore turistico.

  L’Istituto di Formazione Professionale Alberghiera della Provincia Autonoma di Trento ha voluto puntare sullo sviluppo di importanti sinergie con il territorio, dove la formazione è elemento fondamentale e di comune convergenza. Il progetto intende infatti creare un legame più diretto tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro.

 

EVENTO SPECIALE

Per rafforzare le due giornate di lancio dell’iniziativa si è pensato di stipulare un accordo per la valorizzazione dell’iniziativa Adotta una Mucca tramite il coinvolgimento dei produttori coinvolti. Ecco che i formaggi e i derivati potrebbero essere quelli che vengono realizzati nelle nostre malghe (non sono in alpeggio).

In questo caso la prima giornata ha visto la presenza degli operatori locali mentre la seconda è stata un valido motivo per coinvolgere la giunta provinciale (il Consorzio dei Comuni Trentini per estendere l’invito alle amministrazioni comunali del Trentino).

SOGGETTI DA COINVOLGERE SUL TERRITORIO

Le due associazioni categoria Asat e Unat, così come quella della ristorazione svolgeranno un ruolo fondamentale per il sostegno, la condivisione e il perfezionamento del progetto.

Le strade del vino e dei sapori e le Apt verranno coinvolte di volta in volta a seconda di dove si svolgerà l’evento formativo.

Gli operatori locali siano essi albergatori ristoratori e chef oltre ai produttori che si dovranno occupare di presentare i prodotti utilizzati.

CHI FA CHE COSA

L’Istituto  elabora delle ricette, calcolerà le porzioni e le dosi per singolo piatto nonché fornirà indicazione dei costi a piatto partendo dal costo della materia prima utilizzata.

Questi piatti saranno “testati” sia dal punto di vista dei contenuti ma anche della loro presentazione in occasione di giornate dove la scuola si incontra con il territorio.

Per la realizzazione di tali studi, oltre al proprio staff, l’Istituto mette a disposizione del progetto la figura dello chef Rinaldo Dalsasso, che si occuperà, dopo un confronto avuto sul territorio e una volta individuati i prodotti da utilizzare, realizzare una ricerca e reinterpretazione delle ricette locali trentine.

Le strade del vino e dei sapori si occuperanno dell’individuazione dei produttori locali da coinvolgere sulla base dei quali verranno poi elaborati i piatti. Dovranno inoltre fare in modo che siano presenti per una piccola presentazione dell’azienda e per un’attività di marketing diretto offrendo e fornendo anche i loro prezzi.

Alle Apt di ambito spetterà il compito coinvolgere le associazioni locali nonché gli operatori al fine di individuare sia la location dove realizzare la presentazione sia l’elenco dei partecipanti, oltre ad individuare di volta in volta le modalità di presentazione di alcune azioni e iniziative presenti sul loro territorio di competenza che vanno a valorizzare e creare la sinergia tra turismo e prodotti agroalimentari.

Alle associazioni di categoria, oltre logicamente definire e puntualizzare gli aspetti collegati alle presentazioni previste sul territorio, spetterà il compito di invitare e coordinare le presenze degli operatori locali salvo la disponibilità a definire di volta in volta i contenuti della presentazione.

Sarà inoltre cura del territorio ospitante l’evento di formazione e presentazione, individuare la location dove poter effettuare tale intervento nonché definire gli orari ottimali. Inoltre nel caso in cui si ritenesse opportuno, sarà facoltà del territorio individuare uno chef locale che possa affiancarsi al lavoro svolto dall’Istituto per la presentazione delle ricette e dei piatti.

 

AZIONI PROMOZIONALI INIZIATIVA SENTI LA DIFFERENZA

Qui sotto nell'area download puoi trovare l'invito all'evento che è stato svolto a Villa Flora di Roncegno descritto sopra:

Menù a km 0 invito

Menù iniziativa diamoci del T  

 

 

 

 
 

Colorati, genuini, buoni, di forme diverse,   ... sembra impossibile eppure  accade ogni volta di trovare un gusto nuovo!
 

 

 


  NOTE LEGALI     I NOSTRI LINK     CONTATTI     IMPRESSUM     PRIVACY    RICHIESTA INFO

 

Federazione Trentina della Cooperazione Soc.Coop.|via Segantini, 10 - 38122 Trento (Italy)   info@sentiladifferenza.info 
[sito in fase di elaborazione. Se hai delle proposte di modifica/integrazione scrivici]